fbpx
mondiali junior val di fassa 2019

5 giovani da osservare ai Mondiali Junior in Val di Fassa

Sale sempre di più l’attesa per i “mondialini” femminili e maschili che si disputeranno dal 18 fino al 27 Febbraio sulle nevi della Val di Fassa, per la precisone sulle piste La Volata e la pista Aloch, una pista sacra per il mondo gare. Sarà una grande occasione per vedere le stelle del futuro e per vedere da vicino come si comportano i giovani dello sci alpino. Non vedrete la migliore tecnica, fisici definiti e mentalità da campioni navigati, ma vi assicuriamo che vedrete grande spettacolo: lo sci giovanile vive ancora di intuito e istinto, il che rende tutto molto più imprevedibile.
Intanto preparate il taccuino e scrivete questi nomi nella vostra rubrica “Futuro”. Ecco 5 giovani da osservare ai Mondiali Junior in Val di Fassa.

Lucas Braathen: il primo nome che dovrete segnare sul vostro taccuino è questo. Norvegese classe 2000, moderno, spavaldo e già a livelli incredibili in Coppa Europa. In gigante sappiamo già molto della sua sciata, mentre sarà curioso vedere se parteciperà nelle gare veloci e anche come si comporterà in slalom. Andate sull’Aloch per godervi il suo show.

Alex Vinatzer: la sua sciata in slalom è unica fra base stretta, leve lunghe e linee assurde, in line con la modernità delle curve strette. In slalom l’obiettivo è la medaglia d’oro, in Gigante un podio. Sulla pista Aloch andrà in scena un duello con il norvegese McGrath che probabilmente anticiperà lo scenario del futuro.

Atle Lie McGrath: alcuni sciatori di Coppa Europa ci hanno riferito che in slalom ha qualcosa di speciale. Sarà lui l’antagonista di Vinatzer. In gigante invece potrebbe essere lui il rivale N.1 di Braathen.

Sam Maes: un belga dovrebbe pedalare sulle pietre del Nord, ma Sam ha deciso di diventare uno sciatore. Magro, fisico gracile all’apparenza ma con tanto nervo e reattività. Sulle piste tecniche come Val d’Isere ha dimostrato di avere un bel passo in gigante, la Aloch può fare al caso suo. Incredibilmente ha ottenuto piazzamenti migliori in Coppa del Mondo rispetto alla Coppa Europa. Lo avevamo incontrato al Fire&Ice due sere prima dell’opening e già in quella occasione avevamo capito che questo ragazzo ha carisma da vendere. Inoltre si allena in uno dei migliori team privati del pianeta, insieme a Sette, Iliano e altri giovani sciatori.

Lars Roesti: il suo cognome riprende un tipico piatto svizzero, il che è già una buona cosa per un discesista. In Coppa Europa ha già fatto podio a Kitzbhuel dimostrando di avere un’altra marcia rispetto ai suoi coetanei: è lui l’uomo da battere in Val di Fassa. Un tipo tranquillo dicono, una dote fondamentale per un discesista.

Info: www.valdifassa2019.com

 

Ex sciatore Pro(?) Amo la Roubaix, Kitzbuhel e i non campioni che hanno stile e vincono ogni tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *