Pagelloni, Sport invernali

Ancora Kristoffersen ma Sabo è da podio. Il pagellone della 3tre

Avevamo sponsorizzato questa gara al punto che cercando su Google lo slalom della 3tre, davanti al sito del comitato organizzatore c’erano due articoli di Solowattaggio. Campiglio ha dimostrato anche quest’anno di essere all’altezza di un evento tale, con una tifoseria entusiasta di vedere all’opera gli sciatori più forti del mondo, dopo una mattinata trascorsa tra piste e Apres-ski. Una Nightrace che ci ha regalato un podio stratosferico, con un fantastico Stefano Gross in terza posizione, dietro ai due marziani. Henrik Kristoffersen e Marcel Hirscher questa sera hanno messo in scena un livello mai visto prima, due atleti che oramai corrono per alzare l’asticella ed i propri limiti. Le loro manche hanno letteralmente acceso la platea, visibilmente annoiata e ansiosa di prendere parte al party targato Solowattaggio al Piano 54. Vedendo sciare il norvegese stamattina in allenamento c’erano poche speranze, tuttavia l’espressione facciale di Mike Pircher, allenatore di Marcel Hirscher durante il pomeriggio a Patascoss, aveva fatto intravvedere molta speranza mentre era alle prese con un drink. Stefano Gross è stato autore anche lui di un capolavoro, ha dimostrato tutto il suo carattere ed il suo bagaglio tecnico con due grandi manche. L’Italia rialza la testa, con due podi nelle gare italiane, un fatto che non accadeva da anni. Il nostro sci è vivo! Andiamo al pagellone:

Henrik Kristoffersen: meno devastante dello scorso anno, ma il vikingo classe ’94 dimostra di essere in grado di contenere anche in questo caso la furia del culturista di Annaberg. Nella conferenza ha minimizzato il suo risultato davanti a chi lo ha paragonato a Tomba e Stennmark. Al nostro Michele Garbin poiche gli ha chiesto se avesse rimpianti per Levi, ha risposto con un piccolo sorrisino alludendo al no, segno che l’attrito con la federazione non è stato ancora colmato. Voto:10

Marcel Hirscher: anche lui ha dimostrato un livello stratosferico, se non ha vinto è perché ha trovato davanti un marziano. E’ comunque sembrato soddisfatto, segno che quando si dà il massimo non si hanno rimpianti. Il salisburghese è comunque il solito signore, nonostante continui a buscarle dal giovincello arrogante si dimostra sereno e voglioso di svolgere a dovere i compiti delle vacanze, per arrivare a Zagabria con una forma tale da stare davanti. Voto 8

Stefano Gross: chi ha paura stia a casa. Un miracolo quello di Sabo questa sera, lui stesso l’ha ammesso. I dolori lancinanti alla schiena non gli hanno permesso di allenarsi a dovere nell’ultimo periodo, ma il fassano è un duro, e dopo tre buchi nell’acqua nelle tre ultime edizioni della 3tre finalmente è riuscito a cogliere un grande podio in casa. Adesso arrivano le piste più adatte alle sue caratteristiche, ti aspettiamo davanti ai ‘marziani’. Voto 9

Manfred Moelgg: che sciare Manni! Dopo 13 anni ancora nei top5 sul Canalone Miramonti. Era da anni che non si vedeva un Manni così solido e così determinato, solo una frenata di troppo gli ha tolto il podio. Voto 7

Naoki Yuasa: è tornato il samurai! Qui quattro anni fa colse il suo primo podio con una manche ai limiti delle leggi della fisica, oggi dopo un periodo parecchio buio è tornato tra i top10. Voto 7

Tommaso Sala: anche oggi il talentino azzurro ha dimostrato di avere carattere da vendere, cogliendo una difficile qualifica davanti al pubblico di casa. Peccato per l’errore la seconda, la manche che stava facendo gli sarebbe sicuramente valsa la top20. Ma Tommy è così, lui stesso l’ha dichiarato, ogni volta che apre il cancelletto parte per dare il massimo. Staremo a vedere nei prossimi appuntamenti, riuscirà sicuramente a togliersi altre soddisfazioni. Voto 6

Luca Aerni: ma che cosa si è mangiato lo svizzero classe ’93? Manche così si vedono raramente anche nelle gare di Coppa del Mondo, nessuno ha fatto ‘una riga’ come lui sul muro della 3tre. Un podio mangiato sull’ultimo dosso, non osiamo immaginare la sua delusione nel rivedere il video a bocce ferme. Voto 5

@bauerdatardaga/@mich_garbin

 

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *