Altri, Motori

Brno è un pentolone, tanti rimescolamenti con la costante Marquez. Il nostro punto di vista sul GP Ceco

Questo CzechGP si è presentato a noi proprio come un pentolone, da cui qualcuno è uscito più bruciato di altri. Alla vigilia ci si poteva aspettare una gara piuttosto equilibrata: la classifica era corta, tutti i team ufficiali parevano in buone condizioni di feeling, e il passo era abbastanza simile per tutti. Insomma i presupposti c’erano. Come a noi è noto, però, parliamo di MotoGP, e quindi nulla è scontato. Infatti, il cielo di Brno ha fatto il birichino ed eccoci qui a parlare di una gara totalmente diversa dalle aspettative.

Partiamo dal vincitore, Marquez il cui paniere sembra essere illimitato.
Non si può trattare solo di fortuna, ok, ma generalmente quest’ultima gira verso la sua parte. Sorte a parte, questo ragazzo ha veramente dell’incredibile. In una giornata in cui tutti erano (chi più e chi meno) in difficoltà, era lui stesso a girare il pentolone. Ha preso a calci il maltempo, dando uno strappo, seppur leggero, al campionato.

Dani Pedrosa a parte, nessuno lo ha visto, neppure da lontano.

Ma andiamo a vedere gli altri pretendenti al campionato: Viñales ha tirato fuori il massimo da un WE difficile, andando a podio davanti a Valentino. E al dolce risuonar del nome Valentino ci si inumidiscono gli occhi. Grandissima prova di forza del Dottore, che si è caricato sulle spalle Dovi e ha fatto una rimonta che resterà negli annali.

Perché se da 13* ha recuperato fino alla quarta posizione, chissà che cosa avrebbe combinato in una gara asciutta. E con Rossi, Dovizioso e Marquez in questo stato, d’ora in poi possiamo solo divertirci. In fondo questa gara non si può dire che non sia stata divertente, con un mucchio di sorpassi, tanti giri veloci e poche cadute. Una di queste poche, però è quella che ha fatto parlare il paddock: lo scontro tra Iannone e Aleix, infatti ha messo il sorriso in bocca un po a tutti, tranne al povero Andrea, a cui quest’anno non ne va dritta una.

Ultimo appunto: volevamo bacchettare Giorgio che ogni gara ci fa credere che sia cambiato tutto, invece come al solito sprofonda dopo pochi giri, questa volta però ci era quasi riuscito. Piano piano ce la farà  (forse).

C. e S. Cordone
Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *