Ciclismo, Stile

“Dan from Nam” – Un namibiano a Rio

Chiunque vedendo Dan Craven, primo ciclista a prendere il via nella cronometro olimpica, si è posto la domanda: “Ma cosa sta facendo questo qua?”. Il 33enne proveniente dalla Namibia si è presentato con una bici da strada, senza ruote ad alto profilo, con il rapporto utilizzato nella corsa in linea e dunque inadeguato per la cronometro, senza un body aerodinamico e con un occhiale perfetto per le spiagge di Copacabana. Molti telespettatori forse lo avranno scambiato per un amatore, ma Craven è un professionista a tutti gli effetti e attualmente corre nel Cycling Academy Team, dopo due anni trascorsi alla Europcar dove corse anche una Vuelta a Espana nel 2014. Dunque vi chiederete: perché si è presentato alla corsa più importante della sua vita in quelle condizioni? Il namibiano è arrivato in Brasile per correre solamente la corsa in linea, poi è stato informato all’ultimo momento della possibilità di correre anche la cronometro e dunque ha deciso di prendere parte all’evento anche se impreparato, con abbigliamento e bicicletta fuori contesto.

Non è stata una scelta facile perché sapeva che in molti avrebbero giudicato la sua presenza poco professionale e ironica, ma in fin dei conti sono le Olimpiadi e non si dice di no ad una gara del genere. Molti addetti ai lavori sono rimasti sorpresi, ma Craven ha dimostrato di avere le spalle larghe:”Se mi sono sentito in imbarazzo quest’oggi? La gente non sa cosa ho passato. Era più imbarazzante quando gareggiavo con la sindrome da fatica cronica e con uno stipendio alquanto ridicolo. Tutto ciò è stato imbarazzante, non quello che ho fatto oggi.” (Velonews.com).

Una delle motivazioni principali che lo ha portato ad accettare il posto nella cronometro ci ha fatto letteralmente impazzire: “Ho sentito una statistica interessante: ogni 12 nuovi turisti all’anno in Namibia si crea un nuovo posto di lavoro nel settore turistico. Dunque ogni volta che vengo menzionato su Eurosport ogni telespettatore si chiede che razza di paese sia la Namibia e chiaramente subito dopo cerca su Google qualche informazione sulla mia nazione. Rimangono tutti impressionati scoprendola.” Craven è uno dei pochi personaggi importanti della Namibia e dunque si è sentito in dovere di prendere parte a questa cronometro senza essere preparato e senza la giusta attrezzatura. E’ bastato scendere da quella rampa e pedalare senza pressione con la maglia della sua nazione firmata Rapha, per poi concludere la giornata con qualche birra e un gelato a Copacabana.

Supportate “Dan from Nam”.

Ecco Dan in azione nella cronometro olimpica.
Ecco Dan in azione nella cronometro olimpica.

@carloberry

Previous ArticleNext Article
Ex sciatore Pro. Amo la Roubaix, Kitzbuhel e i non campioni che hanno stile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *