DUCATI E DOVIZIOSO: AMORE CECO. LE PAGELLE DI BRNO

Finita la pausa estiva, era l’ora di tornare a scaldare la scena iridata. Si può dire che il calore è arrivato in pieno, con un appuntamento affascinante e da cardiopalma.

Dovizioso: 10
Dipinge in qualifica, ed in gara completa il capolavoro.
Vincere qui rappresenta una grande soddisfazione per lui e per il team di Borgo Panigale.
Gestisce al meglio le due grane maggiori: la gomma e la pressione mediatica: alimentata, quest’ultima, dalle polemiche di Lorenzo.

Lorenzo: 8
Ultim’ora: Jorge non ha “liderato” il GP della Repubblica Ceca.
Proprio così, questa (per lui) insolita strategia fa notizia. Da tempo non agiva in questo modo, controllando gli avversari da dietro, e giorno dopo giorno sembra che il giocattolino rosso sia sempre più interessante, nelle sue mani.

Marquez: 9
Che schifo, un terzo posto.
Ci siamo abituati a vederlo vincere, massimo secondo. Eppure questo risultato è prezioso, sono altri tre punti di vantaggio che lo portano quasi due vittorie avanti al Dottore.
In questo momento è completamente invulnerabile.

Rossi: 8
Solito copione: fa il possibile, ma la M1 non suggerisce nulla.
Manca la zampata, ma tra le ostilità dell’ asfalto ceco se la cava e limita i danni.

Crutchlow: 7
Da del filo da torcere ai big, dimostrando un’altra volta il suo amore per questa pista.
Il dolce ricordo del 2016 ancora profuma l’aria di Brno.

Petrucci: 6.5
Rimane leggermente attardato rispetto alle Ducati factory, ma per tutto il weekend si è dimostrato non da meno rispetto ai due piloti ufficiali.
Collauda a pieno il Brembone, con frenate cattive, a volte fin troppo.

C. Cordone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *