Dylan Groenewegen

Groenewegen vince la volata dei watt – Il pagellone della settima tappa del Tour de France

“Sarà la tappa più noiosa di tutto il Tour de France”. Cosi aveva esordito Brian Holm questa mattina ai microfoni di Eurosport, indossando una scarpa rossa che ha confermato come lo stile sia sempre una priorità per il Ds della Quick-Step. E come da copione Holmiano infatti la corsa è stata totalmente noiosa, la classica tappa utile per addormentarsi durante il picco glicemico. Oggi il 99% dei corridori è andato in vacanza. Vittoria di Groenewegen su Gaviria e Sagan dopo uno sprint disputato su una strada che ricorda molto l’A4 Milano-Torino.

Dylan Groenewegen: fermatelo! Che maiale! Dylan è il classico velocista che ha bisogno di rettilinei e velocità elevate. Non ha rivali oggi. Vedremo se il suo potenziometro sarà ancora vivo dopo questa volata, siamo curiosi di vedere i dati del suo sprint. Siamo sicuri che festeggerà la vittoria con Champagne ed aragoste. Voto: 10

Peter Sagan: Peter nelle volate fa più strada di tutti i suoi diretti avversari. I suoi bicipiti sono in continua vasodilatazione e per forza di cose devono muoversi durante la pedalata. Nelle volate pure dove conta meno estro e guida della bici e dove la potenza massima fa la differenza ha chiaramente meno possibilità. Voto: 6

Fernando Gaviria: forse esce troppo presto allo scoperto, finendo esausto lo sprint e smettendo di pedalare qualche metro prima della linea del traguardo. Ma Nando è una bomba, quando capirà ancor meglio i suoi tempismi non avrà rivali in qualsiasi tipo di volata. Voto: 6

Aleksander Kristoff: in mattinata aveva dichiarato ad Eurosport di sentirsi più vecchio e meno pronto a certe volate. Oggi prova a far qualcosa di buono ma torna a casa con un 13esimo posto. Voto: 4

Mark Cavendish: per un momento abbiamo rivisto Cannonball, ma poi negli ultimi 50 metri smette di pedalare per un piccolo sbandamento. Cav tornerà, è sempre tornato. I vincenti sono drogati di vittorie. Voto: 5

Arnaud Démare: prova a fare il padrone di giornata insieme ai suoi gregari della FDJ. Ma dai…Voto: 4

Andrea Pasqualon: si arrangia in qualche modo senza gregari. Ancora una top 10 che da valore a questo corridore che meriterebbe più attenzione e forse anche un posto in una squadra World Tour. Voto: 7

Andre Greipel: ma dov’è finito il Gorilla che spaccava l’asfalto di tutta Francia qualche anno fa? Voto: 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *