fbpx
lionel-sanders

I watt di Lionel Sanders all’Ironman Arizona

Domenica 20 novembre a Tempe in Arizona è andato in scena l’IMArizona che ha visto una super prestazione da parte del Canadese Lionel Sanders che ha ritoccato il record in gare a marchio Ironman concludendo in 7 ore 44 minuti e 29 secondi battendo il vecchio record di Marino a Klagenfurt. La gara americana ha visto anche l’esordio sulla distanza del nostro Giulio Molinari anch’esso autore di una grande prestazione. Ma andiamo con ordine e analizziamo la prestazione di Sanders.

Grazie a Training Peaks che pubblica sempre i suoi dati, vediamo che è stato autore di un bike split da paura, il migliore di sempre in gare IM, chiudendo i 180 Km del veloce percorso in 4:03’38”. Uscito dall’acqua a 4 minuti dal gruppo di testa,Lionel ha iniziato a spingere watt cercando di essere il più costante possibile,attestandosi sui 320 Watt di NP,potenza che è riuscito a tenere per quasi tutto il percorso,solo nel finale ha avuto un leggero calo di 25\30 Watt. La sua NP totale è da paura,317 Watt spinti per 180 Km che ha percorso alla media di 43.7 Km\h con una cadenza di 85 RPM al minuto.La sua potenza media è stata di 315 Watt, questa piccolissima differenza rispetto alla NP ci dice che è stato molto costante, e quei soli 2 Watt sono dovuti alla salita e la relativa discesa che c’era nel percorso.

Sceso dalla bici come secondo,ha corso i primi 21 km veramente forte in 1:18 ad un passo di 3’44” al Km,poi il suo passo ha subito un leggero rallentamento assestandosi sui 4’ al Km fino al 36° km,lì motivato dalla possibilità di battere il record di Marino ha ripreso a correre forte chiudendo i 42 km in 2:42:37 con un passo di 3’53” al Km. Dopo aver fallito a Kona dove ha camminato gran parte della maratona,Lionel sul suo blog ha spiegato gli errori commessi alle Hawaii e come ha preparato la gara in Arizona, dove ha fatto segnare il suo più alto Wattaggio in un IM,una prestazione da paura per questo “ragazzotto” canadese che siam sicuri farà ancora molto parlare di se.

Un altro atleta che sarà protagonista nella Full Distance sarà certamente il nostro Giulio Molinari che ha voluto chiudere l’anno con l’esordio sulla distanza regina dopo una stagione ricca di successi. Giulio ha fatto una gran gara,facendo segnare il record italiano nella frazione bike in un IM(4:15’07”) e il secondo tempo di sempre nella lunga distanza 8 ore 6 minuti e 47secondi, il record lo detiene l’italo-argentino Daniel Fontana, chiudendo al quinto posto.

Tanta roba per essere il suo primo IM e addirittura la sua prima maratona. L’Italia del Triathlon ha trovato un altro forte atleta nelle lunghe distanze.

@andreagasparini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *