Jansrud alla Aamodt, Casse ci fa sognare. Il pagellone del superg a Kitz

Una classica giornata in Tirolo, il sole di fine gennaio già alto, i camini pieni di Co2, l’atmosfera da grandi occasioni e la Streif, sempre lucida e pronta a regalare colpi di scena. Il superg più bello del Circo Bianco ha visto il colpo del campione che non t’aspetti, un colpo alla Aamodt versione Torino 2006 quando sui Kitz Gams erano già stati scolpiti i nomi di Matthias Mayer e Aleksander Kilde autori di due prove concluse a pari merito. Qualche rammarico in casa Italia per la prova del trattore Mattia Casse, sembrava in cassaforte il suo podio, ma alcune titubanze prima dell’Hausberg lo hanno messo in quinta posizione, risultato che lo caricherà a mille per domani. Feuz è autore di una prova molto solida anche se senza guizzi, ma nella sciata dello svizzero si è vista una marcia in meno a quella che proverà a mettere in campo domani. Riuscirà a scacciare la maledizione da Streif? Lo vedremo tra poche ore, nel giorno dei giorni. Andiamo al pagellone, appuntamento al Weisswurstparty :

Kjetil Jansrud: colpo da campione, che non t’aspetti, ciò che distingue i bravi sciatori dai fuoriclasse. Che appoggi, che cattiveria, che spinta, che casco! Non era mai stato così competitivo su nevi così dure. Chapeau! Voto:10

Alexander Kilde: era il nostro favorito alla vigilia, su queste nevi è sempre pericoloso. Sarebbe un degno successore a Marcel Hirscher nella generale, forse l’unico in circolazione. Voto:9

Matthias Mayer: che sciatore, che classe. Sempre una libidine vederlo sciare. Ancora un podio a Kitz in superg, che numeri! Riuscirà a mantenere la concentrazione in vista della gara di domani? Tutto dipenderà dal suo atteggiamento al Weisswurstparty di questa sera. Voto:9

Mattia Casse: questi sono i risultati alla sua portata, assieme ai grandi. Non accontentarti! Domani si plana. Voto:8

Mauro Caviezel: che animale! quando bisogna tenere giù il piede non si tira mai indietro. Quarto posto, tanta roba. Voto:8

Marco Odermatt: ritornare così competitivi dopo un mese di inattività è indice ti tanta, tanta classe. Voto:7

Christof Innerhofer: anche lui, grande ritorno, senza timori. Voto:7

Beat Feuz: compitino, domani sarà sfida con Kriechmair. Voto:6

Nato sulle Dolomiti, innamorato dell' Austria, del pavé e dei personaggi carismatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *