fbpx
Giuliano Razzoli Madonna di Campiglio 3tre

La pazza Campiglio conferma Yule, ma Razzo fa esplodere la folla! Il pagellone della 3tre

Vi abbiamo accompagnati, anima e corpo, in questa lunga attesa verso lo slalom più glam della Coppa del Mondo, lo storico Canalone Miramonti che ogni anno regala emozioni fino all’ultimo concorrente.

Una piastrella la 3tre, che nonostante le temperature primaverili ha tenuto fino all’ultimo, permettendo qualifiche con numeri impossibili e numerose defiances che hanno costretto fuori dai 30 numerosi slalomisti top, a dimostrazione del lavoro incredibile svolto dall’organizzazione nell’avvicinamento alla gara. Ne sono successe davvero di ogni, a partire dall’ennesima resurrezione dell’immenso Razzo, alle uscite dei due fenomeni mondiali Noel e Vinatzer dopo prime manche al cardio palma, fino ad arrivare alle inforcate in sequenza dei due migliori slalomisti al mondo: Kristoffersen e Hirscher.

Alla fine l’ha portata a casa meritatamente Daniel Yule, alla prima vittoria in carriera, con Blacky Schwarz che dimostra la forma finlamente ritrovata tra le porte strette. Gradino più basso del podio infine per Michi Matt, ma andiamo alla pagella.

Daniel Yule: l’anno scorso fu quarto a soli 7 centesimi dal vincitore, quest’anno ha fatto suo il Canalone Miramonti tirando la classica ‘riga’ nella seconda manche. La Svizzera torna sul gradino più alto del podio tra le porte strette dopo ben 12 anni, primo obiettivo raggiunto per il suo coach Matteo Joris. Voto 10

Marco Schwarz: anca fuori e propulsioni, che andare Blacki! Ritorno al podio dopo due anni e mezzo di astinenza. Attenzione a Zagabria, sui piani croati potrà fare la differenza. Voto 10

Michael Matt: si ritrova sul podio senza neanche accorgersene. Buona gara di Michi, ma sappiamo che a gennaio potrà essere molto pericoloso anche per Hirscher e Kristoffersen. Voto 7

Giuliano Razzoli: chi ci avrebbe creduto, chi ci avrebbe sperato! Razzoooo! Pazzesco, è risorto di nuovo! Dopo il preludio a Obereggen, oggi la conferma: è tornato. Di nuovo curva corta e leggerezza, il parterre è un tripudio per lui. E ora arriva il bello! Voto 100

Dave Ryding: base stretta e passetto, la seconda hanno pagato! Che stia tornando il Ryding di Levi? Voto 8

Alex Vinatzer: stasera ci ha fatti sognare tutti, dopo l’ottavo posto della prima. La seconda parte senza remore e finisce per sbagliare all’ingresso del muro ed uscire prima del piano finale. Ma oggi è stata la conferma definitiva che il ragazzo c’è e bisogna puntare forte su di lui. Voto 10

Marcel Hirscher: ennesima conferma, un signore. È incredibile come si finisca sempre a parlare di lui, nel bene quando vince e nel male quando esce come oggi. Eppure Marcel c’è sempre, cordiale con i tifosi e disponibile per le interviste. Leggenda in ogni caso. Senza Voto

Manuel Feller: la sua uscita ci ha fatti sclerare così tanto da spaccare i timpani ai nostri colleghi giornalisti. Ma la vera domanda è, dov’è finita l’arroganza di Feli? Voto 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *