Altri, Stile

Martina Granzotto: “quanti Watt per fare la modella”

Quando Solowattaggio è nato, non credevamo affatto d’aver creato un vero e proprio stile di vita. In questi anni passione, emozioni e cuore sono diventate le vere fondamenta di questa realtà, propagandosi come un vero sciame nello sport, nel lavoro e nella vita di tutti i giorni. Questi valori sono addirittura diventati dei must all’interno dei CDA delle grandi aziende, dove i dirigenti preposti fanno uso di un linguaggio proprio dello SWATT CLUB per motivare i loro uomini.
Rimanendo in tema Lifestyle abbiamo intervistato Martina Granzotto, modella trevigiana per passione e fidanzata del forte Under 23 della Zalf Dèsirèe Fior Andrea Vendrame, vincitore lo scorso anno del Giro del Belvedere e quinto in questa edizione; Andrea è uno dei nostri giovani più forti, sta recuperando da un brutto incidente accaduto a maggio ma lo aspettiamo con i suoi scatti micidiali tra i professionisti. Nata a Conegliano e residente a Santa Lucia di Piave, Martina ci ha parlato del mondo della moda, della sua alimentazione e dei WATT scaricati in palestra per poter avere una linea tale da far impazzire prima le agenzie e poi il grande pubblico.

Ciao Martina, quando hai iniziato a fare la modella?
“ Ciao, ho iniziato per gioco, un compagno alle scuole superiori senza dirmelo mi ha iscritto ad una sfilata di moda e così è iniziato tutto. Quando mi sono iscritta all’università il mio carattere testardo mi ha imposto di mantenermi autonomamente i costi, così successivamente alcuni fotografi mi hanno notata ed ho iniziato a fare diversi shooting. Col tempo ho poi iniziato a distinguere i fotografi veri da quelli falsi, riuscendo a cogliere numerose soddisfazioni. In questi anni ho conosciuto Miss America, la quale mi ha contattata dopo aver visto alcune foto. Ho un bel rapporto, mi ha invitata a Londra ma entrando nelle agenzie le cose cambiano, è un mondo a parte, molte delle quali vogliono modelle pelle ed ossa. Nel frattempo ho trovato un lavoro come impiegata commerciale, lasciando gli studi prima della laurea e facendo divenire come una passione-lavoro la modella”.

Quando hai avuto la soddisfazione più grande?
“Sicuramente quando ho posato per un calendario. Un’artigiana di Belluno la quale fabbrica dei gioielli mi ha chiesto di posare con i suoi prodotti ed è stata un’enorme soddisfazione”.

Che attività svolgi per avere un fisico tale, dovrai scaricare una quantità immensa di Watt ogni giorno?
“ Sono una palestra dipendente, fin da piccola ho praticato qualsiasi sport, danza, calcio e atletica. Ogni giorno mi alleno un’ora o anche un’ora e mezza in pausa pranzo. In palestra faccio aerobica, ballo latino americano in cui brucio i grassi ed inoltre faccio gare di corsa. Cerco di partecipare a quasi tutte le gare amatoriali che vengono organizzate dalle mie parti. In genere misurano dai 6 ai 20Km, io al massimo ho fatto gare da 16Km”.

Come mangia una modella, quali sono i segreti per mantenere il six-pack sempre in vista?
“ Sono una ragazza che si concede anche qualche schifezza a volte. La cioccolata devo mangiarla ogni giorno, non posso farne a meno. Tralasciando questo vizio, solitamente faccio una colazione abbondante, a base di carboidrati, a volte anche con della pasta. A pranzo invece uno yogurt e della frutta mentre a cena proteine” 

Martina con una T-Shirt Solowattaggio. Sempre disponibile nel nostro Store: Solowattaggio.bigcartel.com
Martina con una T-Shirt Solowattaggio. Sempre disponibile nel nostro Store: Solowattaggio.bigcartel.com

Segui il ciclismo? se il tuo fidanzato dovesse passare professionista in quale squadra ti piacerebbe entrasse a far parte?
“Ho cominciato a seguire il ciclismo da quando mi sono fidanzata con Andrea ma non ho preferenze particolari tra le varie squadre. Seguo la Etixx- Quik Step ed il Team Sky sui vari Social Network. Se dovesse avvenire il passaggio, spero solamente che la squadra capisca fino in fondo la forza della sua gamba”.

Una teenenger del 2000 ti chiama disperata, è sabato sera ed in programma ha una serata sulla riviera adriatica o ad Ibiza, ma non sa come vestirsi. Che cosa le consiglieresti?
“ Le consiglierei di non mettere troppo in vista il lato B, molte teenager ne abusano cadendo nella volgarità. Il portamento conta e il cadere nella volgarità non fa donna. Puoi avere un vestito coprente ed essere ugualmente sexy”.

@bauerdatardaga

Previous ArticleNext Article
Nato sulle Dolomiti, innamorato dell' Austria, del pavé e dei personaggi carismatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *