Pagelloni, Sport invernali

Myhrer si conferma uomo delle finali. Il pagellone dell’ultimo slalom.

E anche questa stagione si è conclusa, con uno slalom che è stato come di consueto una passerella finale vista l’assegnazione della coppetta già a Kranjska Gora. Sul solito pendio e sulla solita neve tipici del nord America, questa volta bisogna dire insufficienti per ospitare una finale di Coppa del Mondo, risorge per l’ennesima volta il gigante svedese Andre Myhrer, grazie ad un piede veloce soprattutto sulle parti più pianeggianti che non ha lasciato scampo agli avversari. Ancora secondo il vecchio Felix, sempre incisivo sul sale, con un Michi Matt terzo che si mangia la seconda vittoria consecutiva sul pianetto centrale.

Hirscher fa il compitino e chiude quarto, mentre Kristoffersen finisce a margherite nel tentativo di recuperare una prima manche sottotono. Ecco la pagella:

Andre Myhrer: ad inizio stagione lo avevamo indicato come possibile outsider per rompere il solito duo Hirscher-Kristoffersen, ma già dopo l’usita a Levi dopo un piano stratosferico ci aveva contraddetto. Come lo scorso anno risorge sui suoi pendii delle finali dopo una stagione difficile, l’esultanza del suo coach Jacques Theolier a fine gara sa tanto di liberazione. Voto 10

Felix Neureuther: ottimo finale di stagione per l’atleta più amato dalle sciatrici. Anche oggi la vittoria gli è sfuggita di un niente, ma il pavone bavarese è sempre capace di lasciare il segno, anche se non vince. Voto 8

Michael Matt: che ondeggiare Michi!!! In alcuni passaggi oggi è stato davvero il migliore, due indecisioni però gli hanno tolto la doppietta dopo Kranjska. Il fratellone sarà fiero di lui. Voto 9

Marcel Hirscher: cosa si può dire della gara di Marcel quest’oggi? Compitino. Voto 6

Giuliano Razzoli: sta tornando il vecchio Razzo! Oggi finalmente abbiamo rivisto passaggi da vero campione olimpico, speriamo limiti le cene di gala estive per arrivare già in forma a Levi a novembre. Voto 7

Henrik Kristoffersen: mmm cosa succede al giovincello esuberante? Qualcosa si è inceppato nella testa della macchina da guerra norvegese, due uscite consecutive in slalom non gli succedevano dai tempi delle fis junior a Geilo. E’ stato si dominante per gran parte della stagione, ma conti alla mano sia l’oro mondiale sia la coppetta sono finite nelle mani del rivale. Sarebbe stata diversa la sua stagione senza i diverbi con la federazione? Voto 2

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *