Interviste, Sport invernali

Road to Pyeongchang 2018: l’ora di Mattia Casse

Uno dei più grandi talenti al mondo, un figlio d’arte con la velocità nel sangue, uno sciatore in grado di primeggiare in ogni disciplina grazie ad una tecnica fine, accompagnata da un motore impressionante. Mattia Casse, un velocista moderno, uno che con gli sci da discesa ci gioca come uno slalomista, uno che nei piedi vale i trenta al mondo in gigante e questo cambio di raggi potrebbe riportarlo alla ribalta anche in questa disciplina.

Abbiamo avuto come ospite Mattia alla classica di Monza, appuntamento fisso sull’agenda dei seguaci dello Swatt Club quando si tratta di spingere Watt non su due sci, bensì su due ruote ad alto profilo, rilanciando la bici come maiali al Serraglio o alla Ascari in questo autodromo leggendario. Dopo una stagione al di sotto delle aspettative, il piemontese ci è sembrato super motivato in vista dell’anno Olimpico, è sembrato il Mattia di due anni fa, quello in grado di arrivare quarto a Beaver Creeck e soprattutto l’incubo del popolo tirolese, in grado di gelare loro il  sangue con il miglior tempo nella seconda prova cronometrata sulla Streif.

Alle porte di questo anno Olimpico, ecco il cambio di Skiman, in cui non vedremo lo storico Skiman Thomas Tuti dare in diretta l’ultimo giro di cacciavite, ma Mattia Lavelli, servicemann di Elena Curtoni nelle ultime stagioni. Un cambio doveroso che rilancia le motivazioni di entrambi e ricordiamoci che l’ultimo Skiman passato dalle donne agli uomini è stato un certo Daniel Zonin, il mago di Fill, il più vincente al Mondo nell’ultimo biennio dopo l’inarrivabile Edi Unterberger.

Tecnicamente sarà anche in questa stagione sotto agli occhi di Max Carca e Alberto Ghidoni, due uomini che perfino il riconfermato presidente austriaco nell’ultimo consiglio di Saalbach- Hinterglemm Peter Schroeksnadel sogna la notte di mettere sotto contratto. Fisicamente ci ha fatto vedere una gamba già in grande forma, prendendo letteralmente a calci i pedali della sua Bianchi dopo un’ottima GF Gimondi, entrando come un camion su due corridori prima della volata finale, il cui video è visibile sulla nostra pagina Instagram.

Venerdì a Madonna di Campiglio in occasione della prima edizione della Sparata Swatt Club, sarà presente con i suoi Watt, perché la stagione è imminente, si sente odore di Olimpiadi e Mattia Casse ha voglia di lasciare il segno.

Previous ArticleNext Article
Nato sulle Dolomiti, innamorato dell' Austria, del pavé e dei personaggi carismatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *