Dillier di reni su Stuyven a Terme Luigiane. Il pagellone della sesta tappa

Prima vera tappa da finisseur in questo Giro, e come da pronostico è arrivata la fuga. Ad animarla Jasper Stuyven, Silvan Dillier, Lukas Postlberger e Simone Andreetta, autori di una grande azione, a dimostrare ancora una volta quanto sia necessaria una condizione eccellente per andare in fuga nei grandi giri. Il gruppo inizialmente ha lasciato fare, iniziando il forcing troppo tardi e visti i nomi davanti il ricongiungimento è stato impossibile, pregiudicando la vittoria per molti corridori importanti. I big non provano nulla, facendo il gioco di Quintana, sempre pilotato da Daniele Bennati. Andiamo al pagellone:

Silvain Dillier: un grande motore, uno che mena forte. Lo svizzero è perfetto nel finale nel contenere il ritorno di Stuyven. Voto:10

Jasper Stuyven: dopo aver ingurgitato glutine e farine 00 a pranzo sembrava impossibile contenere il picco glicemico, dannosissimo in termini di salute. Ci ha pensato però il fiammingo a rianimarci non appena abbiamo acceso la tv. In quel momento, a 130 Km dal traguardo si è capito che la fuga sarebbe arrivata, grazie a questo prodigio fiammingo in avanscoperta con il compagno Pedersen. Già quarto alla Roubaix, il corridore della Trek Segafredo sta facendo vedere una qualità immensa nonostante sia ad alto livello da aprile. Voto:9

Lukas Postlberger: ancora protagonista, ma questa volta niente fagianata. In una settimana però ha già dimostrato una cosa: Sagan non sarà solo al nord nella prossima stagione. Voto:7

Simone Andreetta: anche il corridore della Bardiani non si è tirato indietro, lavorando tutto il giorno per risollevare la sua formazione dopo gli eventi che hanno danneggiato l’immagine della squadra dei Reverberi ad inizio Giro. Non mollare Simone, è matura. Voto:7

Nairo Quintana: sta correndo con la sigaretta in bocca, con una personalità che non si vedeva dai tempi di Lance Armstrong. Tutti lo attaccano, solamente a parole, ignari di fare il suo gioco, ovvero un Giro non troppo dispendioso in vista Tour. Voto:7

Astana: questa mattina abbiamo pensato a Moreno Moser guardando la planimetria. Ancora invisibili, mai al centro della corsa. Voto:5

Uomini di classifica: Pinot, Thomas, Nibali, Landa, Mollema . Nessuna squadra ha provato l’imboscata, o una trappola a Quintana in una tappa non priva di insidie. Se pensano di metterlo in difficoltà in salita stanno facendo un grande errore, il Giro si vince in queste tappe. Voto:4

Nato sulle Dolomiti, innamorato dell' Austria, del pavé e dei personaggi carismatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *