Gianni Moscon fa paura!

Il trentino classe ’94  del Team Sky ha vinto la sua prima corsa da professionista all‘Arctic Race of Norway e lo ha fatto in grande stile. Sull’ultima salita, ideale per i passisti-scalatori, Gianni ha lavorato da stopper prima per il suo compagno di squadra norvegese Nordhaug e poi per Henao, salvo poi andarsene in solitaria a 1 chilometro e 500 metri dal traguardo con un’accelerata che ha lasciato tutti sui pedali.

Una vittoria di grande valore davanti a corridori come Sergio Henao, che già all’Olimpiade aveva dimostrato grande condizione, Oscar Gatto, Philippe Gilbert, Stef Clement e Taramae. Domani ci sarà la quarta tappa e Moscon potrà avere a disposizione tutto il Team Sky per difenderla da eventuali attcchi.

Il suo primo anno fra i Pro è stato da incorniciare con tante grandi prestazioni e molto lavoro di gregariato fin da Gennaio. Quest’oggi ci ha impressionato per la facilità di pedalata e un senso tattico da ciclista navigato. Ci divertiremo in futuro con Gianni Moscon.

@carloberry

Nato sulle Dolomiti, innamorato dell' Austria, del pavé e dei personaggi carismatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *