Giulio Zuccarini sulle orme dell’Albertone nazionale: l’emiliano punta in alto.

Oggi siamo saliti al Passo San Pellegrino per la penultima giornata di gare dedicata al Campionato Italiano Assoluto e Giovani, dove abbiamo avuto l’opportunità di fare due chiacchiere con il giovane Emiliano Giulio Zuccarini, assoluto mattatore della tre giorni grazie a tre medaglie, tutte di metalli diversi.

Dopo aver dominato il gigante, gara di cui si è detto davvero soddisfatto più per il risultato assoluto (settimo ndr) che per l’oro giovani, risultato ottenuto grazie ad una superba seconda manche, oggi si è piazzato sul terzo gradino del podio, condiviso con il friulano del Lussari Luca Taranzano. Ci ha raccontato di non essere per niente soddisfatto della propria prestazione, visto il distacco accusato del vincitore Alexander Prast, frutto di vari errori di linea che lo hanno rallentato un po’ in tutto il tracciato. Errori di linea che sono stati molto frequenti durante questa sua stagione, e che gli hanno tolto la possibilità di stampare risultati migliori di quelli alla fine ottenuti, come nel caso delle tre gare dei mondiali junior svedesi, dove dopo degli ottimi intermedi è riuscito a collezionare tre DNF proprio per dei banali errori di valutazione dei dossi.

Ma il Giulione Nazionale è così, o tutto o niente. Un atleta che si sveglia non con la classica musica techno o con i pezzi inascoltabili del “Pagante”, bensì con i video delle imprese del suo idolo indiscusso, l’Albertone Nazionale, video che sono serviti a dargli la carica non solo prima delle competizioni, ma anche prima delle serate, dove ha cercato di emulare gli atteggiamenti del suo idolo, ottenendo risultati decisamente peggiori di quelli raccolti con un paio di sci ai piedi.

Ora per Zucca si prospettano le ultime FIS di stagione, dove cercherà di confermare quel maestoso 13 punti FIS conquistato al Lusia domenica, siamo sicuri che se saprà mettere in pista tutta la sua potenza senza commettere errori potrà riuscirci senza problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *