Inflazione di Watt alla Vuelta: Froomey sbaraglia tutti!

La cronometro tanto attesa, 42 Km per definire una volta per tutte questa Vuelta Espana,  42Km di bikeporn, Watt e sofferenza. Nella terra di Miguelon Indurain, era destino che a vincere fosse un uomo in sella ad una Pinarello e Chris Froome questo pomeriggio ha fatto un altro sport, disputando una crono studiata metro per metro e gestita come solo chi si conosce alla perfezione può fare. Come è solito ripeterci da anni il nostro amico Eddy Mazzoleni: ” il segreto della crono è partire piano” nessuno come il keniano bianco lo ha preso alla lettera, partendo a bassi giri per poi iniziare una progressione tale da spaccare in due la corona ovale. Alle sue spalle ecco un grandissimo Wilco Kelderman, autore di una cronometro superlativa, con il nostro Vincenzo Nibali concentratissimo in terza posizione. Contador regala ancora al suo popolo una perla nell’ultima crono della sua vita, Chaves si perde in mezzo ai vigneti spagnoli e Bob Jungels è il bikeporn in persona. Domani tappa con un finale durissimo, ma andiamo al pagellone:

Chris Froome: qualche giorno fa ci hanno contattato alcuni testimoni del suo passaggio sulla Terribile di Forcella Zovo, una delle salite in programma nel prossimo Giro. Ci hanno confessato di non aver dormito la notte dopo averlo visto passare a quelle velocità e anche Alessandro Vanotti ci ha rivelato quanto questa volta abbia preparato la Vuelta in maniera diversa rispetto agli altri anni. Con questo vantaggio e con questi uomini, nei prossimi giorni sarà in grado di neutralizzare la corsa. Voto:10

Wilco Kelderman: a maggio lo abbiamo visto morto nella tappa del Brockhaus, a bordo strada dopo una disgraziata caduta causata da un poliziotto. In tre mesi è riuscito a ritornare sui suoi livelli, che forza questo olandese! Voto:9

Alberto Contador: sempre sui pedali, rilancia la bici ad ogni cambio di ritmo e raccoglie l’affetto della sua Spagna. Grazie pistolero! Voto:8

Vincenzo Nibali:  si è letto nei suoi occhi alla partenza che avrebbe disputato una grande crono. Il morale  c’è, la gamba anche e attorno troverà altri attaccanti. Credici Squalo! Voto:7

Ilnur Zakarin: curve al limite della decenza, bacino in continua oscillazione e Watt da vendere. Il russo nelle prove contro il tempo risponde sempre presente. Voto:7

Bob Jungels: ripetete dentro di voi per dieci volte la parola: bikeporn. Vi apparirà questo fenomeno lussemburghese, con una calza bianca alta, un kg di gel in testa e un’esuberanza da corridore di classe. Uscite di casa con il vostro cancello preferito ed imitatelo, imitate la sua pedalata, il suo stile ed il suo carisma. Voto:7

Esteban Chaves: naufraga in mezzo le pianure spagnole uscendo definitivamente di classifica. Voto:4

Adam Yates: è lui l’erede di Domenico Pozzovivo. Voto:3

Regia Spagnola: senza vergogna, snobbano la prova del campione italiano Gianni Moscon, dopo due settimane in cui ha fatto alzare lo share mondiale del 20% con le sue menate. Voto:2

 

Nato sulle Dolomiti, innamorato dell' Austria, del pavé e dei personaggi carismatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *