Nicolo’ Cerbo: era l’ultima possibilita’

Il neo entrato in squadra B lo abbiamo trovato molto motivato allo Stelvio in questi giorni. Dopo aver vinto il Grand Prix di velocita’, “Tuono” si e’ guadagnato l’ingresso a pieno diritto in nazionale. 

“La scorsa estate mi sono promesso che se non fossi entrato in squadra avrei abbandonato il mondo delle gare”. Un’estate di duro lavoro per Nik e non solo sportivamente parlando,dato che a marzo la sua casa si e’ incendiata. “Ero all’Abetone quando mi e’ arrivata la notizia che la mia casa aveva preso fuoco per molte ore”. In squadra c’e’ un ottimo rapporto con tutti e la motivazione del piemontese sembra essere al massimo anche se quest’estate si auspicava di essere aruolato nel Esercito. “E’ stata una mazzata non essere stato scelto,ma guardo avanti”. 

Con i nuovi compagni c’è molto affiatamento sia in allenamento sia nel tempo libero, anche se ammette di sentire la mancanza dei suoi vecchi compagni di comitato. Il lavoro sugli sci e’ stato improntato sulla scorrevolezza, dove ha sempre faticato, senza comunque tralasciare la parte tecnica e per battere gli austriaci questa estate ha anche curato molto l’allimentazione: “Ho mangiato una quantita’ enorme di gelati alle proteine”. Go Tuono’ You Can do it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *