Poker Trentin alla Vuelta a Espana!

Parata finale a Madrid per chiudere una Vuelta come sempre divertente. Se in salita abbiamo visto grandi cose, nelle tappe in pianura c’e’ stata molta anarchia e poca organizzazione. Ne giova la Quick-Step, maestra del vento e delle tappe con meno di 100 metri di dislivello, che ha giocato con gli avversari anche in quest’ultima tappa. Ecco il pagellone della tappa finale della Vuelta a Espana.

Matteo Trentin: i rivali forse non erano di primo piano, ma ha dimostato di avere una marcia in piu’ di tutti. Finalmente il prossimo anno lo vedremo capitano al Nord, nelle sue corse. Intanto torna a casa con un poker storico e mette timore a molti diretti concorrenti per il mondiale di Bergen. Voto: 10

Chris Froome: va bene essere il piu’ forte, va bene essere il leader della Vuelta a Espana, ma la sua Pinarello quest’oggi erano come un pugno in un occhio. Dopo aver corso meta’ Vuelta con il nastro del manubrio rosso ha deciso di presentarsi a Madrid in “full red”. Poco bikeporn. In ogni caso Chapeau per aver fatto la volata finale. Voto: 10

Gianni Moscon: Che trattore! Che mulo! Nonostante sia l’ultima tappa si mette davanti al gruppo a menare e spaccare la strada a suon di watt. Che corridore, il nostro futuro. Voto: 9

Rui Costa: dal mondiale di Firenze alle fughe alla Vuelta. Che fine ha fatto il vero Rui Costa? Voto: 5

Adam Blythe: puntavamo molto sulle volate del britannico. Forse non voleva sporcarsi le scarpe. Voto: 2


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *