Siegmar Klotz. Photo by: Getty Images

‘Siegi’ Klotz: un’altra vittima del sistema italia

Classe 1987, velocista altoatesino di Lana un paese tra Merano e la Val d’UltimoSiegmar Klotz dopo una stagione da ‘interesse nazionale’ ha detto basta. Il militare in forza al Gruppo Sportivo Esercito vanta 96 wc-starts, di cui 9 sulla Streif Kitzbühel, e 35 risultati nella top30 del massimo circuito.

Il suo palmares conta come miglior risultati tre decimi posti, due in SuperG (Kvitfjell e Kitz) e uno in SuperCombi Wengen, tutti nella stagione 2013. Ma l’apice della sua carriera è stato raggiunto, con il 12. posto nel 2012, in uno degli eventi sportivi più importanti al mondo: l’ Hahnenkamrennen.

E così il sistema Italia miete un’ altra vittima, un giovane ma vecchio che nonostante quattro piazzamenti durante la stagione appena conclusasi nella top30 in Coppa del Mondo non riesce più a trovare spazio all’ interno delle squadre nazionali. Ma purtroppo ormai il meccanismo è questo, e vincere il GPI a 16 anni è diventato probabilmente più importante e più riconosciuto che arrivare nei 30 in Coppa del Mondo a 26/27 anni…

“Purtroppo ho deciso di lasciare l’attività, perchè i costi che ho dovuto intraprendere nella scorsa stagione e quelli che dovrei sostenere nella prossima in quanto sarei ancora atleta di interesse nazionale non vengono coperti dalle entrate di sponsorizzazioni” ci dice Siegi in pista a Livigno. D’altronde si sa che per poter competere non si può saltare un allenamento di importanza fondamentale come la trasferta sud americana, ma finanziarla economicamente a proprie spese ha i suoi costi. Per non parlare poi della stagione: l’ America, il Canada, la Norvegia e tutte le altre trasferte continentali del massimo circuito…non si sta parlando di 100€ quindi.

Siegi Klotz in pista a Livigno

Siegi Klotz in pista a Livigno

Abbiamo incontrato Siegi Livigno, alla prova degli archi del Master Istruttori che non è riuscito a superare riscontrando un esito negativo, nonostante un paio di anni fa durante un modulo del corso formazione maestri l’ istruttore di Brunico Sascha Sorio gli disse: “se fosse per me mi toglierei la giacca in questo momento e te la metterei addosso.”

Lo staff di Solowattaggio gli augura un grosso in bocca al lupo per la prossima stagione, perchè nonostante tutto Siegmar Klotz non ha voluto arrendersi, e lo vedremo dunque nelle gare di Coppa del Mondo di SkiCross.

@kingtimo_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *