Hirscher torna al suo posto

Tripletta per Marcel! Il pagellone della Val d’Isere

Cambia la pista, cambia la neve, ma il re è sempre lo stesso. Marcel Hirscher domina anche il gigante di Val d’Isere, mettendo a segno la terza vittoria consecutiva. Sul podio Felix Neureuther Victor Muffat, che sfruttano gli errori sul primo salto di Kristoffersen Fanara. Andiamo alle pagelle:

Marcel Hirscher: compitino la prima manche, tattica assurda la seconda. Anche oggi soprattutto di testa è stato il più forte, insuperabile sotto ogni punto di vista. Aspettiamo lo slalom di domani per capire a che punto è anche tra i pali stretti, ma con un dominio così in gigante, anche in slalom sarà dura metterlo dietro. Voto 9

Felix Neureuther: due manche regolari e come al solito molto intelligenti per il tedesco di Garmisch, domani sarà una bella lotta! Voto 8

Victor Muffat Jeandet: secondo podio consecutivo sulla pista di casa per il francese, ulteriore salto di qualità rispetto allo scorso anno. Voto 9

Thomas Fanara: il ‘nano’ di Francia pare si sia affezionato alle reti B delle piste di coppa del mondo. Arriva sul primo dosso con una velocità stratosferica pensano di essere su un salto di freestyle ma si ritrova a far combriccola con Kristoffersen alla decima porta. Appuntamento con la vittoria ancora rimandato. Voto 4

Manuel Feller: 3 anni fa alla FIS njr di Pampeago finì 20esimo prendendole da cani e porci, oggi dopo due vittorie in Coppa Europa è quinto nel massimo circuito.  In quanti oggi saranno saltati sul divano dicendo: io questo l’ho battuto. Voto 10

Giovanni Borsotti: che arroganza il carabiniere di Bardonecchia! Parte a fuoco e nonostante qualche errorino finisce sesto, miglior risultato in coppa del mondo. Bella iniezione di fiducia in vista della Val Badia, il podio è vicino! Voto 7

Simon Maurberger: ma che grande Maubi oggi! Acciuffa una qualifica impensabile partendo col 55, la seconda giustamente tira su un po’ il piede e chiude con un ottimo 21esimo posto. Attenzione il ragazzo sta arrivando! Voto 8

Luca De Aliprandini: prima manche così così, nella seconda gli bastano quattro curve per istituire l’impresa edile Prando srl e recuperare su tutti quanti. Peccato per l’uscita a causa della fitta al ginocchio, speriamo non sia niente di grave. Voto 10

Rai: ripetiamo ciò che è stato detto la prima manche: collegamenti che saltano, audio ai limiti della decenza e ritorni in cuffia che nel 2015 non dovrebbero più esserci. Già le gare fanno poca audience, se poi ci mettiamo anche i problemi tecnici… Voto sottozero

Ted Ligety: a Soelden aveva risvegliato tutti i suoi tifosi che pensavano che il re fosse tornato. E poi? Caduta a Beaver e prima manche irriconoscibile quest’oggi. Speriamo che Shred si rimetta presto in carreggiata, non può lasciare la strada così spianata a Hirscher. Voto 2

@mich_garbin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *